HOME > NEWS > CLINICA VILLA PIA: SOSPESO IL LIBERO ACCESSO ALLA STRUTTURA

CLINICA VILLA PIA: SOSPESO IL LIBERO ACCESSO ALLA STRUTTURA

09.10.2020

fffff

 

In riferimento all’attuale fase di emergenza,

 

TUTTE LE STRUTTURE SANITARIE

 

si vedono costrette ad innalzare i livelli di sicurezza e prevenzione a tutela della salute dei pazienti ricoverati, degli accessi ambulatoriali e del personale operante nella Struttura.

 

In tale prospettiva, dispiaciuti e, pur consapevoli del disagio che tale scelta comporta, ma speranzosi di collaborare al superamento di tale fase e periodo di emergenza,

 

QUESTA DIREZIONE SANITARIA DISPONE:

 

  1. la sospensione del libero accesso ai familiari per visita ai pazienti ricoverati e per i colloqui con i sanitari;
  2. la sospensione dell’accesso agli accompagnatori dei pazienti che dovranno sottoporsi a visite in regime ambulatoriale, ad eccezione degli accompagnatori dei minori o di persone con disabilità.

 

Si ribadisce che l’obiettivo principale è la tutela dei pazienti ricoverati sia in reparti per Acuti che, a maggior ragione, nella Lungodegenza Medica Post-Acuzie.

 

I familiari (un familiare per paziente) potranno accedere al reparto solo dopo presentazione di referto negativo di TNF (tampone naso-faringeo rapido o molecolare, non antecedente alle 48 ore) e con l’utilizzo di tutti i Dispositivi di Protezione e procedure previsti (mascherina, igienizzazione delle mani, distanziamento sociale), come indicato dalla normativa vigente, sempre nel rispetto degli orari e dei giorni stabiliti.  

 

I familiari dei ricoverati, che non intendono eseguire le procedure di cui sopra, come già in passato attuato, potranno colloquiare con i pazienti o con i medici di reparto attraverso il collegamento Skype o servizio di video-chiamata, negli orari concordati telefonicamente con i reparti stessi.

Per la consegna di cambi di vestiario e materiale di necessità, questi potranno essere recapitati, previo accordo con il personale di reparto, ai referenti di struttura.

 

Si ricorda, infine, che gli accessi alle visite ambulatoriali, come già in vigore, dovranno avvenire non prima dei 10 minuti rispetto all’orario prenotato, seguendo le norme di distanziamento sociale, le procedure di accesso e i divieti di assembramento.

Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più